Bticino 2.0

Bticino 2.0

"KAIZEN™ ha permesso di alzare ulteriormente l'asticella ed accedere ad un nuovo livello di performance, coinvolgendo tutte le persone e funzioni."

 

Contesto  

La BTicino S.p.A. è un'azienda metalmeccanica fondata nel 1936 che opera nel settore delle apparecchiature elettriche in bassa tensione destinate agli spazi abitativi, di lavoro e di produzione, distinte in soluzioni per la distribuzione dell'energia, per la comunicazione e per il controllo di luce, audio, clima e sicurezza. L'azienda fa parte del gruppo internazionale Legrand e opera sia sul mercato italiano sia su quello mondiale con oltre 60 sedi all'estero. I prodotti principali nel campo del materiale elettrico sono Interruttori tradizionali e domotici, Placche, Salvavita, Citofoni e Videocitofoni. La sede principale è a Varese, dove lavorano 1175 dipendenti, suddivisi tra progettazione, produzione, qualità, test, marketing, uffici amministrativi e commerciali. Altre sedi importanti sono quella di Erba dove vengono sviluppati e prodotti tutti i prodotti domotici e di videocitofonia, Ospedaletto Lodigiano dove è situato il magazzino centrale, Azzano San Paolo, Teramo e Torre del Greco dove vengono sviluppati e realizzati i dispositivi industriali e salvavita.

 

Perchè KAIZEN™ 2.0?


Perchè l'applicazione della Lean manufacturing è iniziata in BTicino nei primi anni 2000 con i primi cantieri isolati e dal 2016 è stato rilanciato il programma Kaizen che mira ad un sempre maggiore miglioramento delle performance attraverso il coinvolgimento di più funzioni aziendali. Le azioni implementate sono state diverse e hanno riguardato diversi siti produttivi. 

 

 
Il Nostro approccio


A Bergamo, dove si producono interruttori, per prima cosa è stato completamente ridefinito il layout della linea per privilegiare il flusso del prodotto e per migliorare l’ergonomia delle postazioni di lavoro con l'introduzione di "celle di montaggio a U". In seguito, è stato creato un supermarket che ha introdotto la possibilità di ridurre il bordo linea e gestire in modo tempestivo ed efficace qualsiasi problema inerente all’approvvigionamento del materiale.  

Ogni giorno, in una sala dello stabilimento, si svolgono due importanti meeting: il Daily Materials e il Daily Performance Meeting. Durante questi incontri, gli addetti agli approvvigionamenti, alla produzione, alla qualità e alla pianificazione si confrontano sulle problematiche della giornata per condividere i problemi ed individuare eventuali azioni correttive. La metodologia KAIZEN™ viene applicata anche al processo di sviluppo dei nuovi prodotti e fin dall’inizio sono stati integrate nei cantieri tutte le funzioni che servono allo sviluppo di un nuovo prodotto. Il gruppo interfunzionale ha lavorato, sotto la guida di un team leader, utilizzando il metodo dei Rolling meeting e sviluppando una serie di strumenti digitali per poter condividere tutte le informazioni tra gli appartenenti al gruppo interfunzionale, ma soprattutto verso la componente internazionale nel gruppo di lavoro dovuta all’industrializzazione dei prodotti in paesi diversi dall’Italia.

Inoltre, sono state utilizzate le logiche produttive “pull” minimizzando lo stock e migliorando così la performance globale. L’applicazione del metodo KAIZEN™ ha portato al coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali e ha consentito di raggiungere un risultato di miglioramento dell’efficienza e una riduzione dello stock e dello spazio occupato in produzione, nonché alla riduzione del tempo di sviluppo di un prodotto. 

Nello stabilimento di BTicino Teramo, dove si producono i trasformatori in resina, oltre a riorganizzare le linee è stato introdotto il sistema KANBAN per la gestione dei prodotti finiti e gli ordini sono stati gestiti a commessa. 

Nello stabilimento di Muscoline (BS), invece, dove si producono i sistemi busbar, si è messa in opera una nuova organizzazione per gestire i componenti customizzati. 

Nella sede centrale di BTicino Varese, dove vengono prodotti interruttori e placche, buona parte del sito è stata portata in modalità Pull, con componenti gestiti a KANBAN. 

Negli altri stabilimenti è da anni consolidata una gestione stutturata del monitoraggio delle performance e delle azioni di miglioramento continuo. Sono presenti esempi di gestione pull e di celle di produzione che lavorano One Piece Flow con setup ridottissimi. 

Nel 2019 BTicino Spa si è aggiudicata il primo posto nella categoria "Grandi Organizzazioni" al KAIZEN™ Award Italia. Sebbene avessero iniziato già dai primi anni 2000 ad attuare programmi Lean, KAIZEN™ ha permesso di alzare ulteriormente l'asticella ed accedere ad un nuovo livello di performance, coinvolgendo tutte le persone e funzioni.

Tutto è iniziato con BTicino 1.0 e rambo KAIZEN™ con cantieri isolati, poi è arrivata la fase 2.0 in cui è stata adottata una visione globale e sono stati eliminati gli sprechi, nella fase 3.0 è stata creata l'infrastuttura IT e la piattaforma sulla quale digitalizzarsi, il tutto per andare verso industry 4.0 attraverso l'integrazione con la parte digitale. 

  

 
Risultati principali

  1. Miglioramento produttività ed ergonomia
  2. Riduzione stock
  3. Lead Time ridotto da 6 a 4 settimane
  4. Aumento del 10% della qualità interna
  5. Aumento dello spazio occupato in produzione
  6. Aumento della performance globale
  7. Da pianificazione settimanale a pianificazione giornaliera
  8. Riduzione del Lead Time di sviluppo prodotto

 

Altri contenuti utili:

  1. Cantiere Strategia 4.0 in BTicino 
  2. BTicino 2.0: migliorare le performance per restare competitivi
  3. Kaizen Institute & Confindustria Macerata: il mini master KAIZEN™ per giovani imprenditori fa parte in BTicino Teramo

Recent Posts

Randstad: reagire alla crisi COVID-19
Remazel Engineering: Innovazione e miglioramento continuo
KAIZEN™ flow in ambito manifatturiero
 
arrow up