Strat to Action: la storia di Lavazza

Strat to Action: la storia di Lavazza

Lavazza è una eccellenza italiana con oltre 120 anni di storia ed una presenza internazionale. È una delle più rilevanti realtà produttive di caffè nel mondo, leader in Italia nel mercato retail con una quota a valore del 35% circa. Lavazza conta oggi 9 stabilimenti nel mondo, 2.2 miliardi di euro di fatturato nel 2019 e 30 miliardi di tazzine di caffè Lavazza consumate in un anno nel mondo. 

La storia dello stabilimento di Gattinara a giugno sarà tra i casi raccolti nell'edizione italiana del libro "Strat to Action: tradurre la strategia in azione" edito da McGraw Hill. Oggi vogliamo anticiparvi una piccola parte della storia che troverete in versione integrale all'interno del libro. 

Il plant Lavazza di Gattinara

84.000 tonnellate di caffè all’anno tra prodotti R&G (250 gr macinato e kg grani) e capsule: questi i numeri del Plant di Gattinara, lo stabilimento dove, nel 1989, nasce il primo caffè porzionato. Allora i dipendenti erano circa una quarantina mentre ora ci sono oltre 400 persone che operano per più del 70% del tempo a ciclo continuo. Lo stabilimento occupa una superficie di circa 100.000 mq di cui oltre 40.000 sono coperti e ospitano 7 Tostatrici, 38 sistemi di macinatura e oltre 40 linee che confezionano oltre 350 tons di caffè al giorno.

I progetti

La sfida era avviare un percorso di eccellenza con l’obiettivo di continuare a crescere e accrescere la competitività, fronteggiando le variabilità del mercato in modo agile, partendo dall’affrontare i piccoli problemi di ogni giorno come un’abitudine. Era necessario creare un team coeso verso un obiettivo comune ma ci mancavano le basi su cui costruire questo grattacielo. Serviva costruire un basamento solido e stabile, le nostre fondamenta.

I progetti messi in campo sono stati:

  1. Progetto Polifunzionalità, nato per “aumentare la capacità di presidio degli operatori sulle linee” ha sancito il passaggio da operatore a conduttore della linea di confezionamento, trasferendo competenze codificate di auto manutenzione.
  2. Il programma “Daily Kaizen”, con l’obiettivo di diffondere alle oltre 400 persone del Plant un metodo e un approccio strutturato per affrontare la quotidianità.
  3. I “Cantieri Management”, progettati e sviluppati con grande impegno ed entusiasmo ogni anno, in coincidenza della chiusura programmata del plant in novembre.
  4. Sviluppo dei talenti: i cantieri di miglioramento in cui le nostre persone sono coinvolte sono una sorta di palestra dove ci si può allenare e sviluppare doti di leadership, organizzazione e problem solving, caratteristiche chiave per raggiungere gli obiettivi e ispirare gli altri verso mete di successo.
  5. L’evento speciale di celebrazione “Miglioriamo per crescere”, dedicato ai collaboratori impegnati nei cantieri di miglioramento sul “Gemba”. 

Sviluppare l'Hoshin Kanri in azienda ha aiutato a fare più cose ed in alcuni casi a superare le aspettative. In 5 anni si è assistito all'aumento dei rendimenti di oltre 15 punti percentuali. Così l’Hoshin diventa trasversale all’interno del Plant e abbraccia tutti i reparti permettendo di avvinarci sempre più agli obiettivi di Operation. Il percorso fatto nel plant di Gattinara è stato centrato sulle persone, con il supporto di tutto il management. 

"Abbiamo scoperto che il percorso di miglioramento è un’esperienza di accelerazione per far crescere i manager di domani. La nostra sfida principale non è limitata al rendimento dei nostri impianti ma è quella di mettere le persone al centro, fluidificare i processi decisionali e le routine manageriali. In estrema sintesi: i risultati migliori sono la naturale conseguenza di persone migliori!”.

-Paolo Starda, Plant Manager

A maggio non perdere l'evento virtuale internazionale dedicato a Strat to Action. Iscriviti subito.

 

Recent Posts

Comet: una solida strategia di crescita
Strat to Action: la storia di Lavazza
 
arrow up