Acqua Minerale San Benedetto: un premio per la persistenza nel miglioramento continuo e l'integrazione con la strategia

Perseguire il miglioramento continuo nel lungo periodo è una sfida difficile che richiede dedizione, impegno e soprattutto il coinvolgimento di tutta l'organizzazione. Le aziende che portano avanti un programma KAIZEN™ da molto tempo sanno quanto sia difficile, ma sanno anche quanti benefici e risultati si raggiungono lungo la strada. Tra queste c'è sicuramente Acqua Minerale San Benedetto che, nell'ultima edizione del KAIZEN™ Award Italia, si è distinta tra le altre finaliste vincendo la menzione speciale per "la persistenza nel programma KAIZEN™ sul lungo periodo, l'estensione a tutti gli stabilimenti e l'integrazione con la strategia".

 


Acqua Minerale San Benedetto è leader nel mercato italiano delle bevande analcoliche con un fatturato di 764 milioni di euro e 10 stabilimenti cui 6 in Italia due in Spagna, uno in Polonia e uno in Ungheria. Nel 2018 conta 2025 dipendenti nel mondo e 44 linee di imbottigliamento in Italia per una capacità produttiva di 4,49 miliardi di bottiglie l'anno.


Roadmap KAIZEN™

Il suo percorso di miglioramento continuo ha attraversato sia la produzione che lo sviluppo prodotto, la logistica e gli uffici. Nel corso degli anni ha utilizzato molti degli strumenti KAIZEN™, dalle 5S allo SMED per la riduzione dei tempi di set up, al TWI per il training efficace sul campo e la polifunzionalità, il Kata per lo sviluppo delle persone e il Total Flow Management per il miglioramento dei flussi e dell'efficienza. 



Negli ultimi anni l'azienda ha voluto evolvere il processo organizzativo stabilendo un framework per il coordinamento dei processi di miglioramento continuo per rafforzare la coerenza tra strategia, obiettivi e attività di miglioramento continuo, incrementare la sinergia tra i diversi cantieri KAIZEN™ ed espandere la visione con un approccio strategico interfunzionale. Tra i progetti principali ricordiamo:


  • Breakthrough KAIZEN™: con il miglioramento dell'OEE, l'introduzione dello SMED, il product development, la logistica interna e il project management.
  • Il progetto 5S a 360°: rivolto alle linee di imbottigliamento con l’obiettivo di accrescere il coinvolgimento delle persone e aumentare le azioni di miglioramento grazie all'installazione in ogni reparto di una bacheca dei cartellini. I miglioramenti hanno riguardato l'ergonomia e la sicurezza delle postazioni di lavoro, l'aumento delle segnalazioni di “mancato infortunio” e un aumento degli standard e sistemi Poka Yoke.
  • Il progetto “Incontriamoci 2018”: ideato con l’obiettivo di aumentare il coinvolgimento del personale, di formarlo e informarlo sulla filosofia manageriale del KAIZEN™. Il progetto si è concretizzato in 700 persone coinvolte, suddivise in 18 giornate. I temi aziendali discussi sono stati la mission e le KPI aziendali, gli strumenti e le metodologie KAIZEN™, la sicurezza alimentare, la gestione dei rifiuti e la raccolta differenziata, la sicurezza sul posto di lavoro. Ad ogni partecipante è stato consegnato un manuale contenente i principali strumenti Kaizen. A prendere parte agli eventi sono stati i reparti di qualità, engineering, sicurezza e ambiente, il reparto di ingegneria di manutenzione, il team ideato per l’implementazione del Miglioramento Continuo e il personale relativo alle linee di imbottigliamento. Il progetto ha permesso di aumentare il coinvolgimento del personale e la consapevolezza della diffusione della cultura KAIZEN™ in azienda. Il coinvolgimento è avvenuto attraverso numerosi interventi: installazione di elettrovalvole di chiusura dell’aria quando la linea è ferma, sistema automatico di accensione gruppi di riscaldamento confezionatrici, attrezzatura di cambio formato dedicato a bordo della macchina, supermarket per i ricambi di manutenzione della linea. Altri interventi hanno riguardato: la stabilizzazione delle pedane sulle postazioni macchina, l’installazione di paranchi per i cambi formato facilitati, un sistema di controllo ad altezza pallet in ingresso Magazzino Automatico, l’avvicinamento dei materiali alla postazione di lavoro. 
  • L'Hoshin Kanri: ovvero "unire i puntini" come processo di pianificazione strategica integrata per ridurre il TCO (Total Cost Ownership) attraverso la riduzione dei costi di setup e stock, ottimizzando i parametri di turnazione e i tempi di setup. Inoltre, c'è stato un aumento della flessibilità produttiva e della sostenibilità aziendale dei processi produttivi attraverso una riduzione delle emissioni di CO2. 

Strategia di Deployment Multiplant

La strategia di estensione a tutti i plant ha seguito il modello di cambiamento KAIZEN™ a gradini, con ondate progressive di cantieri e coinvolgimento dei team naturali.


La partecipazione al KAIZEN™ Award 

Il KAIZEN™ Award prevede un audit del sistema continuo delle organizzazioni candidate che partecipano con dei progetti specifici. I tre progetti di miglioramento presentati da Acqua Minerale San Benedetto hanno portato ad una riduzione dei costi complessivi di produzione e stock di 340.000€ all'anno, alla riduzione di 1030 tonnellate di CO2, alla riduzione dell'energia elettrica e termica e alla riduzione degli sprechi per bibite. Inoltre, l'Hoshin Kanri ha permesso un incremento della flessibilità produttiva con una riduzione di circa 40 ore di manodopera a settimana e lo sviluppo di squadre polivalenti al 90%. 


arrow up